Attualità

Pubblicato il: 23, giugno 2018

Il sindaco di Sant’Agata Militello Bruno Mancuso ha convocato per venerdì prossimo, 29 giugno, un’assemblea urgente dei sindaci del distretto socio sanitario 31, rispondendo all’appello dottor Salvatore Oriti, vicesindaco di Acquedolci. “È necessaria una forte presa di posizione dei sindaci a difesa del nostro ospedale quale presidio fondamentale del diritto alla salute della popolazione dei Nebrodi”, ha detto Mancuso.  “È molto preoccupante – dichiara ancora il sindaco santagatese  – leggere quanto previsto nella nuova bozza del piano sanitario regionale. Il depotenziamento dell’ospedale di Sant’Agata rappresenta, infatti, un ulteriore schiaffo ad un territorio martoriato e privato di servizi essenziali. Il declassamento di molti reparti potrebbe essere il preludio ad un graduale azzeramento degli stessi, determinando ulteriori disagi e pericoli per l’utenza.
  Come è accaduto in passato – continua Mancuso – ancora una volta non si tiene conto della specificità territoriale del comprensorio dei Nebrodi, accentuando un evidente squilibrio tra territori della stessa provincia e causando evidenti discriminazioni nell’erogazione di servizi essenziali per la salute di ogni cittadino.

spazio

© 2018 Copyright © 2013 Associazione Culturale SantAgataInForma Iscrizione Trib. Patti n. 210 del 27.04.2011 | P.IVA 03151590837 Realizzato con passione da Evermind | Privacy Policy